• home

Indagine sui brevetti falsi

La Presidenza Nazionale ha diramato questa comunicazione circa una indagine in corso da parte della magistratura in relazione a “brevetti falsi” da paracadutisti, che si ipotizza siano stati utilizzati in ambienti militari.

Clicca qui per avere maggiori informazioni.



SANTO NATALE 2016

Il Presidente di sezione par. Renzo Carlini e tutto il Consiglio direttivo augurano un felice S. Natale ed un ardito 2017 a voi ed alle vostre famiglie.

FOLGORE! NEMBO! MAI STRAC!



Lettera in occasione del S. Natale

Sabato 17 dicembre alle ore 19:30 si terrà presso il “Santuario delle Grazie” a Rimini la consueta S. Messa in onore dei nostri caduti ed in particolar modo in onore di Dmitro Zinchenko.

Successivamente avverrà la consegna dei brevetti dei neo brevettati.

Infine, come da trazione, ci si vedrà tutti per un’ottima cena a base di pesce. Il ristorante vi verrà comunicato a breve.
Si prega di dare conferma entro il 13 dicembre a Luigi Serafino, Renzo Carlini o Leonardo Gardini (i recapiti li trovate in allegato)

Clicca qui per scaricare la lettera



I Vagoni Volanti

 

Interessante video sui famosi velivo C-119 conosciuti anche col nome di “Vagoni Volanti“.

In Italia il C-119G venne usato dall’Aeronautica Militare presso la 46ª Aerobrigata di stanza a Pisa e presso il 14º Stormo di Pratica di Mare.
Con l’ingresso dell’Italia nella NATO la linea trasporti fu ampiamente ammodernata ed il 19 maggio 1953 iniziò la consegna, presso l’aeroporto di Ciampino, dei primi due dei 40 esemplari destinati al 2º Gruppo “Lyra” ed al 98º Gruppo “Lupo”.
Ha così inizio l‘era dei “Vagoni Volanti”, era che ha visto operare questi aeroplani ed i loro equipaggi in angoli remoti del mondo. Il 28 ottobre 1954 vengono impiegati per la prima volta nelle missioni umanitarie per il trasporto di generi di prima necessità a seguito di un terremoto in Algeria. L’aereo svolse innumerevoli altre missioni, un esempio tra tutte è quella del 1956 quando, a causa di una eccezionale ondata di gelo che colpì le regioni del centro Italia, i C-119 operarono per giorni aviolanciando derrate alimentari e medicinali in molti paesi isolati della Calabria, Basilicata, Abruzzo e Campania.
Durante l’operazione Congo, culminata con il sacrificio di 13 aviatori trucidati a Kindù, questi velivoli volarono dall’11 luglio 1960 al 19 giugno 1962 per ben 22 mesi continuativi, con una perdita complessiva di 21 aviatori, 6 feriti e 3 velivoli distrutti in incidenti di volo.

Il grande e continuo utilizzo di questi primi 40 velivoli costrinse l’Aeronautica Militare ad acquisire altri 25 esemplari della serie C-119J denominati in gergo “cacciavite”, per la particolare forma dei portelloni posteriori, e furono assegnati al ricostituito 50º Gruppo “Vega”. In quegli anni vengono svolte numerose esercitazioni che vedono anche 29 velivoli operare contemporaneamente eseguendo aviosbarchi o aviolanci di massa, oltre alle consuete missioni umanitarie nel Medio Oriente e in Africa.

Con l’arrivo degli anni settanta anche il velivolo iniziò a risentire dell’età e del lungo uso, le avarie ai motori sono all’ordine del giorno e si deve pensare alla loro progressiva sostituzione, iniziata nel 1973 con il Lockheed C-130 Hercules e a seguire nel 1978 con i G.222 di produzione nazionale (Alenia).

Il saluto al C-119 da parte dei suoi riconoscenti piloti della 46ª Aerobrigata avverrà il 24 dicembre 1979 con un volo di veterani. Dopo quest’ultimo atto, il velivolo doveva essere trasferito a Cuneo Levaldigi per essere donato al locale Aeroclub, ma l’aereo (denominato “Lupo95”) ebbe un guasto al carrello in fase di atterraggio.

Fonte Wikipedia (https://is.gd/BpX8Bw)



Lanci allievi 1° corso 2016



Inaugurazione stele Caduti alla Meloria

In occasione del 45° anniversario della sciagura della Meloria (Li) avvenuto in data 09/11/1971, un gruppo di Paracadutisti militari in congedo di Modigliana (FC), organizzerà una cerimonia che si terrà Domenica 20 Novembre 2016, presso il locale Cimitero, per la posa di una stele voluta dalla famiglia Benericetti erede del Cap. Magg. Par. Maurizio Benericetti perito nella disgrazia e dedicata a tutti i Paracadutisti caduti, alla quale sei invitato a partecipare.



Decennale dalla scomparsa del Mar. Magg. a.par. Giovanni TESEI

22 ottobre 2016 – Decennale dalla scomparsa del Mar. Magg. a.par. Giovanni TESEI e Marcia Commemorativa per i caduti di Macereto.

La giornata, organizzata dagli amici della sezione A.N.P.d.I. di Ancona, è iniziata con il lancio presso la zona di atterraggio di Pian di Pieca. Al termine, tutti i partecipanti si sono recati presso il cimitero di San Ginesio dove riposa il Mar. Magg. TESEI e dove si è svolta una breve ma sentita cerimonia.

Successivamente, giunti in località Pintura di Bolognola, è iniziata una marcia che percorrendo sentieri nello stupendo scenario del Parco de Sibillini ci ha condotto al Santuario di Macereto per commemorare i Caduti di Macereto. Il cippo posto sulle mura esterne del Santuario ricorda il sacrificio dei paracadutisti M.O.V.M.Ten. Italo Castaldi, M.O.V.M. Serg.Magg, Salvatore Micale, M.A.V.M. Fioretto Leandro Darin, che lanciati nella notte tra il 13 e 14 Marzo 1944 sull’altopiano insieme ad altri nove commilitoni, ingaggiarono uno scontro contro un reparto di SS tedesche. I tre paracadutisti, con la loro resistenza, permisero lo sganciamento del resto della pattuglia ma furono catturati e successivamente fucilati.



Ultimo saluto terreno a Dmytro

Si è celebrata oggi, sabato 12 novembre, presso la Chiesa di Gesù dei Santi degli Ultimi Giorni (chiesa dei Mormoni) la cerimonia funebre in onore del nostro amico e socio Dmytro Zinchenko.

Insieme al picchetto composto dai Paracadutisti della nostra sezione erano presenti anche i Paracadutisti della European Paratroopers Association (E.P.A.).



Cerimonia funebre Dmitri

Si comunica che la CERIMONIA FUNEBRE del nostro caro Dmitri Zinchenko si terrà SABATO 12 NOVEMBRE 2016 alle ore 9:30 presso la Chiesa di Gesù dei Santi degli Ultimi Giorni (chiesa dei Mormoni) in VIA DEL CAPRIOLO 12 a RIMINI (zona Grotta Rossa).

Qui qui per vedere la mappa.

Seguiranno eventuali aggiornamenti



Dmytro Zinchenko – Corriere Romagna –

Articolo apparso sul “Corriere Romagnaedizione Rimini di giovedì 20 ottobre 2016.